LE AUTO ITALIANE SONO SEMPRE PIU’ INTELLIGENTI

Tags:

Un’auto su tre oggi in Italia è nativamente connessa. Cresce così il segmento delle smart car, le auto intelligenti, che costituiscono una fetta molto importante del mercato italiano dell’Internet of Things (IoT), che continua a crescere a ritmi sostenuti anche nel 2018, raggiungendo il valore di 5 miliardi di euro, con un aumento del 35% rispetto al 2017. A registrare la crescita dell’innovazione tecnologica è l’Osservatorio IoT della School of Management Politecnico di Milano.

IOT, COS’E’ E DOVE SI APPLICA NELLE AUTO
Per Internet delle cose o degli oggetti si intende quella branca tecnologica che permette proprio agli oggetti di rendersi riconoscibili e acquisire intelligenza grazie al fatto di poter comunicare dati su se stessi e accedere ad informazioni da parte di altri.
A primeggiare nel mercato italiano sono i contatori intelligenti, ma il secondo ambito più sviluppato è costituito dalle Smart Car, ovvero delle auto intelligenti, che valgono poco più di 1 miliardo e rappresentano il 21% del mercato (+37%), con 14 milioni di veicoli connessi, un terzo del parco auto circolante in Italia. I veicoli connessi sono nel 69% dei casi dotati di box GPS/GPRS per la localizzazione e la registrazione dei parametri di guida con finalità assicurative, ma la crescita è trainata principalmente dalle auto nativamente connesse (31%): il 70% dei veicoli immatricolati nel 2018 è dotato di sistema di connessione SIM o bluetooth fin dalla produzione.

auto intelligenti

In Italia un’auto su tre è nativamente connessa.

Print